poesia yoklux

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Mese: settembre, 2013

lotta disumana

starsene seduti

braccia conserte

ciò mi diverte.

alla natura umana

naturalmente

mi converte.

.

su un banco

speciali occhiali

luci operatorie

strumenti alla mano…

sentirsi

meno d’un nano.

Annunci

tempo al tempo non rimane tempo

tempo svuota

cancella al dunque

croste, batoste

giravolte. l’oltre

-mani, cravatta

piani. tutti gli inciampi

i dolori. tempo

castighi memorie

e fandonie, tremori. mi chiami

all’appello, senza nome, giorno

per giorno -mi serve

l’ombrello, so soltanto

quello: ti faccio

da sfondo,

come al camposanto

freddo tufo traforato.

ecco l’immondo:

dimenticarsi

persino di dimenticarmi.

stonatura

quadra il cerchio

dello sgomento

inforca la notte

muta a giorno

diviene forza

contorno.

solfeggio stonato

madre d’avanzo.

dell’occhio la coda

è solamente la parte:

mantenersi distante

a tratti è bastante.

sobrio come il tuono

ed il cielo diviene

un gelato grigio

indistinte nuvole

silenti, perlacee. melassa

involuta -gomitolo avviluppato.

poi cerulea. alla finestra.

quindi stracciatella

stellata, millantata

romanticheria depredata.

col capo reggo tutta

una serra avversa,

un’idea talmente

diversa, che…

vieni al largo

della mia terra

fulmine a cercarmi:

m’ avvincerai tremendo,

io solo, con un diavolo

per capello.

lux

cielo ti sei preso tutto me

la tua luce la mia. accecante.

nuvole la grafia d’acqua

dolce dell’ incoscienza. rinvigorente.

cielo ti sei preso l’immensità,

ora -per forza- deve piovere:

assaporerai disatteso

le mie lacrime di zucchero,

percepirai il battito del cuore locomotiva

appoggiando l’orecchio attento

sul ciotolo marinato di generazioni.

udirai la cantilena della storia

e la ruvida sabbiatura. cielo

abbandonami. così come mi trovasti

fortunosamente, chieto ed affabile,

coi miei piccoli preziosi cimeli d’esperienza.

sudditi, capre e cavoli

patetica ignoranza la tua

Leggi il seguito di questo post »

progetti a lungo termine

problemi di lavoro e il sole

Leggi il seguito di questo post »

domanda al sole, mangia la carota

domando al sole Leggi il seguito di questo post »

algebra infantile

se mi chiami

Leggi il seguito di questo post »

legge del mercato

crederei d’esser sol mio

Leggi il seguito di questo post »

inchiostro

amletico dubbio:

Leggi il seguito di questo post »

viventi e bisbiglianti

nessun uccello ci crede

Leggi il seguito di questo post »

sempre le stesse strade trafficate

non c’è stato un primo amore,

Leggi il seguito di questo post »

dormienti e veggenti

m’acceca la luce e le sonore

Leggi il seguito di questo post »

Mercy

.

………………………………………………………………………………a Marvin

.

si chiama Mercy, ha quest’occhi tristi

Leggi il seguito di questo post »

otium

bordone del traffico

Leggi il seguito di questo post »

en plein air

funambolo attraversato dal vento

Leggi il seguito di questo post »

battaglia d’amore

hai ottenuto il merito

Leggi il seguito di questo post »

Quanto basta...

Riflettere, condividere pensieri. Senza esagerare. Quanto basta...

UNO STRANO POETA

Quando la poesia incontra la vita di un ragazzo

Giuditta Michelangeli (tra versi e prosa)

Scrivo per passione e per noia, scrivo per passione annoiata. Lo pseudonimo è uno strumento ed è confusione, è uno strumento per confondersi. ("Sii sempre un poeta, anche facendo prosa.” - C. Baudelaire)

Unterwegs

In cammino

sovrasenso bisbigliato

"quando ti sono postuma ti ritrai negando il nesso tra suono e pensiero pensato." (Anna62)

Brezza d'essenza

Quando scrivo dimentico che esisto, ma ricordo chi sono.

ilcollomozzo

FU ALL'INIZIO UNO STUDIO. SCRIVEVO SILENZI, NOTTI, SEGNAVO L'INESPRIMIBILE. FISSAVO VERTIGINI. A. R.

Parole & Carriole

Poesie D'Amore e Trucioli Di Libertà

amilgaquasino

A.A.A. Cercasi (un modo vecchio come il mondo per mettersi sul mercato)

Sogno Diurno

(la poesia è sogno diurno)

Neobar

"Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli." Pasolini

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

Angela Francia

LA DITTATURA PERFETTA AVRA' LA SEMBIANZA DI UNA DEMOCRAZIA, UNA PRIGIONE SENZA MURI NELLA QUALE I PRIGIONIERI NON SOGNERANNO MAI DI FUGGIRE. UN SISTEMA DI SCHIAVITU' DOVE, GRAZIE AL CONSUMO E AL DIVERTIMENTO, GLI SCHIAVI AMERANNO LA LORO SCHIAVITU.

formavera

rivista di poesia e poetica

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Un cielo vispo di stelle

tentativi di prosa e di poesia

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

sibillla5

forse poesia

scritture immaginali

blog di Giovanni Baldaccini

Paolo Valesio

A Plurilingual Site for Creativity and Criticism

salone del lutto

«Se tutti moriamo o ci perdiamo è perché il meccanismo del mondo si basa sull'estinzione e sulla perdita».

STEREONOMONO

Classic Audio and High Fidelity

Musica & Musicologia

Musicista non è chi solo suona ma chi anche pensa in musica

Irene Rapelli's writing

(Il cielo stellato dentro di me)

LIMINA MUNDI

Per l'alto mare aperto

Versante Ripido

Fanzine online per la diffusione della poesia

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

Cultura Oltre

Rivista culturale on line

'twas my dog, babe

All'infuori di quel che manca, poi c'è tutto.

alessandrasolina

il mondo non è tondo

Zonadidisagio

Il blog di Nicola Vacca

Musica classica ieri e oggi

La qualità viene prima dell'esistenza stessa.

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

Poesia Ultracontemporanea

Un'antologia permanente a cura di Sonia Caporossi

Assolo di poesia

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: