il futuro è già un passato

di yoklux

mi chiamerai presto

al mattino, col sorriso forte

del vivo. avrai le mani occupate

d’amore, altro tra le gambe

sospiri e odori di seme.

pallore stupefatto

di bel creato e saliscendi

d’umori, carezze, languori.

il confronto parlerà

nuovo di cose già dette, del farò.

si perpetuerà senza troppa poesia

molto sudore, odore, calore

stridore d’occhi cangianti.

e quando pronuncerai il mio nome

sarà cammino scalzo e tronfio

nell’eternità concessa.

Annunci