poesia yoklux

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Mese: dicembre, 2013

scommessa gentil

oggi scommetto, dalle tue arie vanitose,

che hai fiori nelle tue parole e potenti radici

nei tuoi pensieri laici, dimmi ancora di te

incantevoli amoreggiamo nelle calde emozioni.

fasciami d’inconclusioni, voli pindarici, estreme unzioni:

sei così donna che mi fai sentir piccino piccino.

Annunci

cuore spezzato

ognuno dei vicini di casa ha il cuore spezzato:

il pasticcere all’angolo s’è dimenticato

della torta bianca panna dell’anniversario;

il vecchio col cane, camminando e dondolando,

al saluto non ti guarda mai il viso;

la ragazza bionda in fondo alza al massimo

lo stereo della macchina tedesca, cerca

di dimenticarsi della separazione;

l’ex postino passa malinconico presso

le buchette, sospira. è allora che fa capolino

il sole in mezzo alla strada ancora umida e

che le nostalgie s’asciugano illuminate.

ed io penso ai suoi difetti, ai miei.

così che il latte versato, non lo sia stato

per niente.

cemento fresco

le tue domande sono imperativi

io ti chiedo, tu mi sfidi.

a saperlo mi sarei tolto il cappello-

carità di sentimento e tormento-

per farti sentire l’unica, più e meglio.

nello sfinimento d’una umiliazione

sta il cemento fresco della relazione.

arco e freccia: cupido stupito

molli presa e contratto irretito.

armeggiare

non morire letizia

quando ti guardo

al balcone allontanandoti

nel rosso tramonto.

chiedo un rinvio

di gioia negli occhi

tuoi, speranza mia.

buone feste

vanno e vengono gli uccelli, come te. e non sai,

nulla. moriresti per me?! tralascia scuse, polvere

ricordi, tralascia… taccio, taccio per conclusione

buona creanza, elusione.

tutto diverso, tutto uguale

quante cose cambiano e quante volte

perchè tutto sia come prima. fissità.

ostinatamente si siede davanti

al giardino ed il suo sguardo

si spinge nell’orto fiorito-

fiori candidi di patata

rampicanti di cocomero.

la mattina è solo al principio.

non è lo stesso per il vecchio:

le sue lenti così spesse gli hanno

alienato il mondo.

repetita iuvant

mentre la vita continuamente s’incrina

attanaglia la stretta sulle cose e umori,

stretta che non lascia scelta, inchioda

al repetita iuvant. dannata verba volant:

mescolo e scolo i colori: dal grigio topo

al rosso fuoco, nell’infinito il ritorno al noto.

contesti, contenuti

a volte la parte

è il tutto. e più importante,

pare. nella realtà è l’inverso

del contesto a sgomitare:

dimmi tu che dobbiamo

e che crediamo o vorremmo.

io ho scalato il lato

e male scivolato.

sempre in viso

col sorriso.

per la parte

tutto diviso.

 

 

m’autoassolvo

sei coro di no

sculacciata continua

ma io non so darti via

anche se sei già ora

non più mia.

non sei stata

appartenenza, piuttosto

convivenza,

in contemporanea d’amore

singola mania di sicurezza,

indipendenza,

confusione di ruoli

e gioco di dadi-

che di strada ne hai fatta poi

tra appartamenti,

presunti miraggi,

sogni sfatati…

va bene, va bene

ti lascio libera

così che di libertà pretesa

non saprai che fartene.

ed io capo di me stesso

tra me e me

nuovo vecchio

darmi ordini, lenire.

La dimora del tempo sospeso

Non potendo cantare il mondo che lo escluse, Reb Stein cominciò a leggerlo nel canto.

amilgaquasino

A.A.A. Cercasi (un modo vecchio come il mondo per mettersi sul mercato)

Sogno Diurno

(la poesia è sogno diurno)

prima dei tasti sul cuore

Il territorio dell'agire poetico

Neobar

"Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli." Pasolini

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

Angela Francia

LA DITTATURA PERFETTA AVRA' LA SEMBIANZA DI UNA DEMOCRAZIA, UNA PRIGIONE SENZA MURI NELLA QUALE I PRIGIONIERI NON SOGNERANNO MAI DI FUGGIRE. UN SISTEMA DI SCHIAVITU' DOVE, GRAZIE AL CONSUMO E AL DIVERTIMENTO, GLI SCHIAVI AMERANNO LA LORO SCHIAVITU.

formavera

rivista di poesia e poetica

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Un cielo vispo di stelle

di Paolo Beretta

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

sibillla5

forse poesia

scritture immaginali

blog di Giovanni Baldaccini

Paolo Valesio

A Plurilingual Site for Creativity and Criticism

salone del lutto

«Se tutti moriamo o ci perdiamo è perché il meccanismo del mondo si basa sull'estinzione e sulla perdita».

STEREONOMONO

Classic Audio and High Fidelity

Musica & Musicologia

Musicista non è chi solo suona ma chi anche pensa in musica

Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle

Essere altrove da memoria trafitta / come nube leggera di gravità arresa . / Essere pensiero bisbigliante e concavo / di pace bramosa in stallo fra le risposte. ©Runa

amina narimi

..con la fragilità che io immagino degli angeli quando spostano tra i fiori un buio d'aria

LIMINA MUNDI

Per l'alto mare aperto

Versante Ripido

Fanzine online per la diffusione della poesia

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

V E R S O - spazio letterario indipendente

letteratura contemporanea e sperimentale, spazio dedicato alla ricerca e alle novità stilistiche

Marco G. Maggi - Nuova Itaca

Se dall’onda del pensiero riaffiora qualche indizio riportami voce nei luoghi immemori dove nacque l'idea

Cultura Oltre

Rivista culturale on line

'twas my dog, babe

All'infuori di quel che manca, poi c'è tutto.

alessandrasolina

il mondo non è tondo

Zonadidisagio

Il blog di Nicola Vacca

Musica classica ieri e oggi

La qualità viene prima dell'esistenza stessa.

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

Poesia Ultracontemporanea

Un'antologia permanente a cura di Sonia Caporossi

Assolo di poesia

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

Di poche foglie

Just another WordPress.com site

Mozart minore

La grande musica poco nota - das ist der dumste Brief den ich in meinem leben geschrieben habe; aber für Sie ist er Just recht.

Precaria

Una verità e una bugia usano la lingua allo stesso modo. Tutto porta a una scelta.

arcopoesia

Poesia trentina e non solo

Circolo16

Laboratorio di Scrittura libera poesia e narrativa

FRANZ

un navigatore cortese

Un'anima e tre ali - Il blog di Paolo Statuti

Just another WordPress.com site

blackamara

Just another WordPress.com site

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: