permanente?

di yoklux

ai morti pensate

loro non debbono all’infinito riprovar

quel che vivendo non appartiene:

dolore, consunzione, buon anime

più non piangono

mentre i corpi, all’imperfetto abbaiano

perpetui: allora il non sentir più nulla

è traguardo immenso

seppur senza senso.

Annunci