mondi distanti

trattori morti ai bordi
dei campi smossi
vigne intrecciate a corvi
frinisce una sinfonia d’insetti
sorti, finiscono aliti distratti
corti e torti. aneliti ritrattati e sfatti
del viziato cittadino
che pare senza un grammo
di decenza nel taschino.
il buon cittadino
che s`alza al mattino
convinto d`essere il padrone
di se stesso
e del proprio destino
seccamente virando
meglio s`inquadra
lo sbaglio, inciampando nell`abbaglio.
ritornare al traguardo
non senza travaglio.

Un pensiero riguardo “mondi distanti

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...