che gran pacchia

di yoklux

a che lo paragoni

questo azzurro cielo

terso come il sangue

d’un figlio? c’è bisogno

di tanto spazio per il bene

il male ne reclamerà comunque un pezzo

come quelle nubi laggiù, blù cariche.

mi dici spesso-

per scherzare, penso-

che per te non ho un pensiero:

ieri nel grande negozio

per me soltanto ho comprato

non t’ho portato un dono.

non è esatto: t’ho pensata

ho cercato, non ho trovato

e mi son fatto mille domande

e dietro ad ognuna delle risposte

c’è questo illimitato terso cielo azzurro.

Annunci