non mi credo capace

di yoklux

non mi credo capace
e alla luna non sospiro.
figlio del tempo mio
sotto tono e sotto vuoto
come l’esalazione
gassosa nello stomaco lesionato.
non mi credo neppure
non mi specchio e spero:
spero nella luce migliore
in un angolo che non sia superfluo
illuso. incapace e freddo
come titanio
a far la storia, scriverla.

Annunci