alti e bassi

di yoklux

ci sono alti e bassi:
nei bassi il lavoro
programmare la settimana
programmare le vacanze
pianificando ogni singola
scorreggia (non sono
volgare, sono reale)
il tempo perso
e non saperlo vivo
pure nell’attesa,
il film brutti, quasi tutta la pop music
gli incidenti stradali
la noia, l’accidia, l’inedia
la malattia, la frutta
appassita nel frigorifero
la muffa sulla piastrelle del bagno
il gatto che piscia sui muri
e per gli amanti dei gatti
non dovrebbe puzzare
tutti i Nibelunghi di Wagner
(eccettuati preludi e le overture).
negli alti
in ordine di disordine:
la musica, un figlio
il giardinaggio, masturbarsi, un progetto
qualsiasi col legno e l’elettronica
la buona letteratura, una birra inglese e ghiacciata
la poesia americana
l’armonia di Betocchi
la consonanza di Penna
il rumore dell’inizio
della Seconda Sinfonia
di Shostakovic e l’intermezzo
per sole percussioni
del Naso, Dark Intervals di Jarrett,
spaparanzato sul divano
farsi un film non stupido, il pianoforte,
un qualsiasi sentimento
sentire il basso
che diventa alto
poco a poco
come un sonetto
una sonata
una sinfonia
un assolo
una scalata
la panna montarsi
e poi tacere.
tacere per sempre.

Annunci