sempre l’uom s’affanna

di yoklux

ad esser più questo, più quello
sempre l’uom s’affanna
tuttavia ogni volta dietro
d’una spanna, s’appanna:
quando ride, piange
e viceversa. ché non ha pace
e quiete non desidera, scuoce
nel tentenno, rabbrividisce
di terrore e gioia, ogni dì
nello spietato, incarnato
presepio: tempo al tempo
verrà immancabilmente il suo
nell’attimo, a stento.

Annunci