neve

sbadigli dei tigli all’addiaccio
dell’edera il gesticolio spezzato
appesantita dallo spesso manto
il fuori osservo imbiancato
dalla gioia splendida del creato
una neve candida birichina
che ha depositato la mattina
e dentro il tiepido incedere
dei cuori che nel freddo ficcante
s’aggrappano l’un l’altro
come un fagotto stretto
di muscoli folli, teneri e fragili:
così c’han fatto
nell’impasse
uno si rivede
parte dell’altro
con la gioia
del primo sorriso di viso.

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...