maestro

m’hai chiamato maestro
ma io nulla so insegnare
se non silenzio, il vuoto
che sta attorno al discorso
quel significato ficcante
e corto che è maltolto
dell’involucro, lucra ogni dí.
fammi il piacere così:
non adulare, il sostantivo
è un distintivo assertivo da modulare
che io non so neppure
se son davvero vivo o meditativo.

2 pensieri riguardo “maestro

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...