*

di yoklux

il mio mondo felice
eppure io sento
da là fuori i lamenti
dolore, le grida
le unghie che scavano
ansimanti respiri.
i corpi sulle rotaie
gli spari e i veleni.
le voci negli ospedali
quando il ferro della notte
li chiude. lo stato 
delle cose, l’abbandono.
eppure la democrazia
tutela non curando
e se fosse pur questo
eterno oblio all’ombra
dei filosofi, dei poeti?

Annunci