due d’amore (scritta di getto e col becco d’inseparabile)

i pantaloni ancora gonfi d’amore
l’alza bandiera più lungo della recente storia di pace
sei andata a lavorare sapendo
e tornerai tardi
(ti dedichi al nido d’amore)
con gli occhioni a forma di cuore
m’hai stampato il tuo sapore
sulla guancia forgiata
dalle tue labbra incandescenti
come tizzoni di stella.
ora io potrei fare da solo
e immaginarti con le mutandine
di pizzo nere
il trucco leggero come una libellula
e quelle tettone rotonde
che mi fanno tornare bambino
ingordo di curve
come sull’Appennino
a contare m’ami non m’ami
invece
contro ogni previsione
e nel rispetto green
dell’economia circolare
del baratto senza contratto
qui vedo una postilla
scritta in minutissimi chiarissimi caratteri:
“non ti dimenticherai facilmente di me”.

Una risposta a "due d’amore (scritta di getto e col becco d’inseparabile)"

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...