*

i silenzi che inquietano
sono attimi di musica
muta, colore di tela
esposta al sole ricco.
non dovrebbero
inquietare, al contrario
quietare il morbo
dell’occupazione
insonnolire il nervo
che pigia sul senso
pressa sull’usuale.
i silenzi a volte
si tengono per mano
come sodali di vuoto.
un vuoto denso
che colora le mani
che stana i dolori
che mira ai sensi.

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...