*

terrore del silenzio
c’è sempre musica
nello spazio aereo
mi parla Albinoni
con la lingua antica
Mozart ride
Mahler si lamenta
Shostakovich latra
e mi deprime
Puccini m’incanta
e vibra la pelle
ma il silenzio no
pure le foglie morte
paion vive nel rumore
attaccate ancora
al ramo di linfa.
l’assenza di suono
pare un tuono inspiegabile
una tumulazione
un moto di nulla
che capovolge niente.
pensi e ripensi
a dov’è l’errore
quando si compie.
la musica voglio
non saprei che farmene
di una pausa con corona
voglio l’aria vibrante
significante
il sapore dell’ancia
saliva che goccia.
sarebbe come morire
senza il rumore del mare
o il canto del vento-
è l’eremitaggio della terra
che scava le note
e le sprofonda.

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...