diviene alba

la senti la voce tenue del suolo
quel sibilo o vibrazione che intona
l’armonia che dal basso s’inerpica
alle altezze inusitate -sfida la luce
il suono e osmotica trascende?
lo senti il calpestio della formica
lo strisciare del verme e il fuoco
del vulcano che si fa radice
moto del cosmo? l’acqua
che filtra e corrode la roccia?
la brezza lenta che immelma
strascica nell’alone impalpabile
l’immoto sguardo dell’uomo
è un’inezia placcata
d’imperizia. eppure l’alito
è lo stesso e la natura s’alluma.
io tutto sento: diviene alba
la luce del sole che sparge vita
gocce di rugiada ai lati della strada.

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...