scrivente

lo scrivere è la ragione d’essere
qui ed altrove: nel silenzio
della lenta guarigione
nel giubilo del dolore asintomatico.
ogni giorno è una scalfitura di nulla
un’approssimarsi del gelo.
eppure vivi occhi esprimono
la lacca che conserva
e i monti non sono poi
così distanti, né il cielo
un acquerello di seconda mano.
si fa il piccolo fuoco
la piccola eredità e infine
il lascito. cosa rimane
non saprei dire:
posso però avvicendarmi
limando e limando
credere nell’attenuazione
dello scadimento inevitabile.
né fuoco e gelo o imperizia
possono distruggere la parola
solo forse occultarla.
per un secondo.

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...