satellite

la luna che non cala
di rame anche la superficie
adorata da stelle lucenti
il nostro silenzio d`assenso
interrotto dalla luce che riluce
dei celesti corpi a milioni
ed il rombo della tecnologia
mano armata dell’umanità
senza pietà, dal capitale
dal consumo plasmata
malandata e sradicata.
dove vai satellite adorato
te ne vai? con chi
t’accoppierai? t’andrebbe
di legarti al povero
smunto cuore mio? a costo zero
s’intende. ricompensa alcuna
solo tu luna ramata
trapasseresti la cruna.

Parole, parole, parole:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...