strafatti di dolore

non c’è via d’uscita
siam fatti per soffrire
vedendo interminabile
successione d’albe e tramonti
(imbecilli che siamo
la vorremmo persino infinita
megalomani d`illusione, viltà
amore e fatica)

e l’allacciarsi le scarpe il mattino presto
che orrore la vita
il lavoro la famiglia
la fica e il doppio lavoro
per procurarsela
la noia dell’eterosessualità
la virilità ostentata
e via dicendo

radersi la barba
l’affitto, la pausa pranzo
leggere i giornali
far finta d’essere buoni
cittadini coscienziosi
il voto, le previsioni del tempo
mi viene il voltastomaco
e sia chiaro
non sto favorendo
il suicidio
sono solo un pessimista
radicale
amo la vita:

e che vorrebbero brillassi
ed io non voglio brillare
come una scimmia ammaestrata
voglio essere
opaco.

*

anche la morte abbisogna di sorte
sennò sola pure lei
come assolo esile di noia.
quando ci raggiunge
questa fine che non pare
s’ha timore d’un dolore.
è questa parte
che ci farà vivi realmente
esistiti naturalmente.

occuparsi degli affari degli altri

c’è dolore

nelle strette scarpe

Continua a leggere

augurio estivo

s’intreccia una freccia

un’altra dietro questa

fine che non finisce

dolore che sfinisce

.

ho pensato alla pace eterna

come ad una chimera

ruota deludente

logica svilente

.

ora che mi sono tolto le scarpe

ed i calzini umidi

mi sono ricordato che non c’è scadenza

continuandola la vita

allungherai la sua

quel tanto che basta

per non vergognartene.

Negli annali

Dolore, che anche se non ci sei
pari qui, le mie mani con le tue
i pensieri come una comunione
e ora sbadigli e doloranti aritmie
d’un cuore asciugato dal tempo:
chi sono io per non dimenticarti
lo so ed è già calda sera di luglio.
Ed il dolore non sarebbe permesso.

pur se potesse

geme altro dolore il dolore
pur se potesse spingersi nel bene
qualunque minimo candore
nel sé che non è, schierandosi
come l’ago di bussola,
parrebbe comunque questo
sempre, è quanto, basta.

…senza titolo…

estinguo
le mie labbra
sul fuoco-
nero cuore
della palude
del nostro
essere
dolore.