poesia yoklux

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Tag: felicità

quel tratto di felicità incontrato

quel tratto di felicità incontrato
è il mai abbastanza amato. t’ho citato
creatore per non essere solo nel mondo
e non credo assai alla tua risposta:
nella tua assenza, nel pericolo
che contiene il tuo dare
credo. e che forse sei solo domanda
forza d’un libro, non equilibrio.
una costruzione, un cavillo.
ma che bella storia, ma che bel divenire
d’un mondo gentile: dall’anarchia
dal disordine, sangue e conflitto
l’uomo nuovo che al suo simil paga l’affitto.

Annunci

la felicità è un piatto che va servito freddo

mai vista gente così tanto triste
nei luoghi dove si dovrebbe divertire
il ristorante bollente e saturo
la musica sovrasta ogni stato d’animo
questo la gioiosa frivola sera
e le coppie si guardano attraverso gli smarthphone
educate chattano con l’amante del venerdì
altrettanto gli uomini veri depilati e truccati
con folte barbe (il venerdì le donne lo passano fra loro
libera uscita nella società equa e democratica
paritaria identitaria antifascista liberista)
i visi spenti dal frastuono che delizia
i dialoghi assenti, i pochi essenziali
urlati. ecco perchè tutti parlano ad alta voce
e non ascoltano: c’è troppo rumore di fondo
quando c’è troppo rumore
è necessario amplificare oltre misura il segnale utile
rischiando la saturazione
e proporzionalmente
la distorsione aumenterà
e con essa il rischio dell’incomprensione.

skyline e deindustrializzazione

la banalità delle maggior parte delle morti

è così lampante e la castrata motivazione

a concedere alla morte una durevole

linea d’azzurro cielo,

la notte scorsa ho sognato di vivere

tutta questa felicità m’ha sconvolto

ho ritratto lo sguardo verso il muro imbiancato

4 anni fa, a rullo. meglio, nell’illusione.

occuparsi della felicità

cerco lavoro

come uno schiavo

Leggi il seguito di questo post »

raggiungerti

col palmo congiungermi a te, le dita

non col cuore non pensiero

ma guerriero, che calca la mano

giunge al porto, sporco. felice,

tentativo il raggiungerti schivo

e morirne come uno solo

che la felicità si può toccare

ed il tuo dolce sorriso.

felicità tra le righe

sotto pressione

non c’è mai nessun volo ampio,

la carrellata è più un

piano sequenza incriccato

(la caduta lenta

è promessa, più fatto

che tendenza).

tra il più ed il meno

c’è il necessario

ed allora devi accorgerti del sole:

guarda su

guarda su

incipria gli astri

falli ancor più belli.

la mia bilancia

ho messo sul piatto della bilancia

Leggi il seguito di questo post »

Quanto basta...

Riflettere, condividere pensieri. Senza esagerare. Quanto basta...

UNO STRANO POETA

Quando la poesia incontra la vita di un ragazzo

Giuditta Michelangeli (tra versi e prosa)

Scrivo per passione e per noia, scrivo per passione annoiata. Lo pseudonimo è uno strumento ed è confusione, è uno strumento per confondersi. ("Sii sempre un poeta, anche facendo prosa.” - C. Baudelaire)

Unterwegs

In cammino

sovrasenso bisbigliato

"quando ti sono postuma ti ritrai negando il nesso tra suono e pensiero pensato." (Anna62)

Brezza d'essenza

Quando scrivo dimentico che esisto, ma ricordo chi sono.

ilcollomozzo

FU ALL'INIZIO UNO STUDIO. SCRIVEVO SILENZI, NOTTI, SEGNAVO L'INESPRIMIBILE. FISSAVO VERTIGINI. A. R.

Parole & Carriole

Poesie D'Amore e Trucioli Di Libertà

amilgaquasino

A.A.A. Cercasi (un modo vecchio come il mondo per mettersi sul mercato)

Sogno Diurno

(la poesia è sogno diurno)

Neobar

"Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli." Pasolini

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

Angela Francia

LA DITTATURA PERFETTA AVRA' LA SEMBIANZA DI UNA DEMOCRAZIA, UNA PRIGIONE SENZA MURI NELLA QUALE I PRIGIONIERI NON SOGNERANNO MAI DI FUGGIRE. UN SISTEMA DI SCHIAVITU' DOVE, GRAZIE AL CONSUMO E AL DIVERTIMENTO, GLI SCHIAVI AMERANNO LA LORO SCHIAVITU.

formavera

rivista di poesia e poetica

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Un cielo vispo di stelle

tentativi di prosa e di poesia

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

sibillla5

forse poesia

scritture immaginali

blog di Giovanni Baldaccini

Paolo Valesio

A Plurilingual Site for Creativity and Criticism

salone del lutto

«Se tutti moriamo o ci perdiamo è perché il meccanismo del mondo si basa sull'estinzione e sulla perdita».

STEREONOMONO

Classic Audio and High Fidelity

Musica & Musicologia

Musicista non è chi solo suona ma chi anche pensa in musica

Irene Rapelli's writing

(Il cielo stellato dentro di me)

LIMINA MUNDI

Per l'alto mare aperto

Versante Ripido

Fanzine online per la diffusione della poesia

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

Cultura Oltre

Rivista culturale on line

'twas my dog, babe

All'infuori di quel che manca, poi c'è tutto.

alessandrasolina

il mondo non è tondo

Zonadidisagio

Il blog di Nicola Vacca

Musica classica ieri e oggi

La qualità viene prima dell'esistenza stessa.

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

Poesia Ultracontemporanea

Un'antologia permanente a cura di Sonia Caporossi

Assolo di poesia

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: