poesia yoklux

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Tag: nero

oro nero

in medio oriente che si é fatto
si son tirate le linee, con gessetto
e righello per un nuovo inferno.
si è pompato e ripompato oro nero
per andare avanti ma anche
per sconvolgere il mondo interno.
sempre così: un passo avanti
subito dopo due passi indietro.

Annunci

la notte più buia del nero petrolio

notte insonne
la luna alta testimone silente
luminosa ma fredda
notte col paraocchi
per non vedere il dolore
del mondo, una notte
più buia del buio nero
la notte quieta che amo
consolare con il vinile 33 giri
la musica di William Schuman
s’agita nella fuga sapiente
che compositore, perlopiù sconosciuto
può la bellezza rintuzzare
la brutalità e lo scempio?
certo che no
è una battaglia persa
perciò vale tutta la pena
nell’affrontarla
anche se da perdenti sciocchi
so d’essere uno dei tanti.

irragionevolezza della gioventù

dicono

quando non ci saranno più

allora

sì ne sentirai forte la mancanza

di padre e madre-

si ricorda sempre più facilmente il peggio

non si apprezza mai

ciò che si ha tra le mani

tuttavia

una parte di ragione c’è

ed anche se vigorosi liti hanno martellato i rapporti umani

in svariate occasioni

bé, la realtà vera è

che

la solitudine brucia

e

che puoi dimenarti quanto vuoi:

gira la ruota

non è rosso o nero

non si vince nulla di più

alla fine è nero seppia sempre

e sferzate di sangue

rosso sotto.

guerra a noi

tutto nero di sangue

il mondo: è guerra, infame

scontro d’ignoranze

preconcetti, difetti e disumani

capitali. viene il tempo

dei fiumi rossi, dei torrenti

di globuli fanciulli, vecchi,

donne -e le strade

al mare sono sature ed i market

pieni, il sole arroventa

come il primo giorno

senz’atmosfera. ma si sa:

il grasso continuerà a bruciare

ed il prezzo inconsapevole del tutto

pagheremo come tatuaggi volgari.

non finito

all’incontrario

disegno l’incontro -memorandum d’occhi-

inchiostro come notte nero, perpetuo cielo

e pensiero snello. che posso rifarlo – gesto,

riaverti ogni volta per non risentirmi sola

carta del mazzo. ed ogni volta li ricavo

dal pieno i tuoi gesti, come non finito

michelangiolesco. perfetto infinito.

…senza titolo…

hai seguito quest’amore lontano

Leggi il seguito di questo post »

lordo cenone

intero appare

Leggi il seguito di questo post »

Quanto basta...

Riflettere, condividere pensieri. Senza esagerare. Quanto basta...

UNO STRANO POETA

Quando la poesia incontra la vita di un ragazzo

Giuditta Michelangeli (tra versi e prosa)

Scrivo per passione e per noia, scrivo per passione annoiata. Lo pseudonimo è uno strumento ed è confusione, è uno strumento per confondersi. ("Sii sempre un poeta, anche facendo prosa.” - C. Baudelaire)

Unterwegs

In cammino

sovrasenso bisbigliato

"quando ti sono postuma ti ritrai negando il nesso tra suono e pensiero pensato." (Anna62)

Brezza d'essenza

Quando scrivo dimentico che esisto, ma ricordo chi sono.

ilcollomozzo

FU ALL'INIZIO UNO STUDIO. SCRIVEVO SILENZI, NOTTI, SEGNAVO L'INESPRIMIBILE. FISSAVO VERTIGINI. A. R.

Parole & Carriole

Poesie D'Amore e Trucioli Di Libertà

amilgaquasino

A.A.A. Cercasi (un modo vecchio come il mondo per mettersi sul mercato)

Sogno Diurno

(la poesia è sogno diurno)

Neobar

"Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli." Pasolini

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

Angela Francia

LA DITTATURA PERFETTA AVRA' LA SEMBIANZA DI UNA DEMOCRAZIA, UNA PRIGIONE SENZA MURI NELLA QUALE I PRIGIONIERI NON SOGNERANNO MAI DI FUGGIRE. UN SISTEMA DI SCHIAVITU' DOVE, GRAZIE AL CONSUMO E AL DIVERTIMENTO, GLI SCHIAVI AMERANNO LA LORO SCHIAVITU.

formavera

rivista di poesia e poetica

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Un cielo vispo di stelle

tentativi di prosa e di poesia

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

sibillla5

forse poesia

scritture immaginali

blog di Giovanni Baldaccini

Paolo Valesio

A Plurilingual Site for Creativity and Criticism

salone del lutto

«Se tutti moriamo o ci perdiamo è perché il meccanismo del mondo si basa sull'estinzione e sulla perdita».

STEREONOMONO

Classic Audio and High Fidelity

Musica & Musicologia

Musicista non è chi solo suona ma chi anche pensa in musica

Irene Rapelli's writing

(Il cielo stellato dentro di me)

LIMINA MUNDI

Per l'alto mare aperto

Versante Ripido

Fanzine online per la diffusione della poesia

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

Cultura Oltre

Rivista culturale on line

'twas my dog, babe

All'infuori di quel che manca, poi c'è tutto.

alessandrasolina

il mondo non è tondo

Zonadidisagio

Il blog di Nicola Vacca

Musica classica ieri e oggi

La qualità viene prima dell'esistenza stessa.

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

Poesia Ultracontemporanea

Un'antologia permanente a cura di Sonia Caporossi

Assolo di poesia

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: