"poesia" yoklux

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Tag: niente

mai niente di troppo

la poesia non ti salverà
da tutta la crudeltà
del mondo.
non ti salverà
da tutto quel sangue versato
dalla violenza
dal terrore
e dall’insoddisfazione, dal vuoto.
nemmeno il chirurgo
il profeta
il prete
possono.
la religione
è una fiaba per bimbi.
la medicina un’illusione
la psichiatria nevrosi.
la senti l’acidità
nello stomaco?
il reflusso che scarnifica
dall’interno?
come una porno tenia
affamata?
bene: l’amaro in bocca
fiele
ti farà sentire vivo
anche per l’ultima volta
ne valga la pena.
la poesia non ti salverà.

Annunci

evidenze digitali

tutti singoli

laptop tra le mani

abbiamo creato una rete di solitudini

obbligatorie: tra quattro pareti

niente sindacati

niente lavoro

niente gruppo

niente cortei

niente piazza

niente umanità

niente perdono

niente peccato

niente politica

niente comunità

niente di niente

ognuno solo sul cuor della terra

senza la minima forza,

tutti come nessuno.

resta la bellezza

a tratti, non limpida

ma bisogna spingersi fuori

tra i fulmini, le maree, i terremoti.

silenzio devoluto

imponderabile non voluto silenzio fuori dentro case

ma devoluto, perché niente si è detto

Leggi il seguito di questo post »

cuore spezzato

ognuno dei vicini di casa ha il cuore spezzato:

il pasticcere all’angolo s’è dimenticato

della torta bianca panna dell’anniversario;

il vecchio col cane, camminando e dondolando,

al saluto non ti guarda mai il viso;

la ragazza bionda in fondo alza al massimo

lo stereo della macchina tedesca, cerca

di dimenticarsi della separazione;

l’ex postino passa malinconico presso

le buchette, sospira. è allora che fa capolino

il sole in mezzo alla strada ancora umida e

che le nostalgie s’asciugano illuminate.

ed io penso ai suoi difetti, ai miei.

così che il latte versato, non lo sia stato

per niente.

non luogo

l’approdo non c’è, è un non luogo.

piuttosto una lenta marcia: a volte

sfianca, a tratti esalta, a volte bianco

o meglio trasparente. come niente.

…senza titolo…

suppliche di madre

suppliche che non trovano,

tuniche lunghe sfilaccianti

né capo né coda

né storia né dimora.

suppliche che non sanno

di stanchi arzigogoli portatrici

labbra piegate verso

sfibranti attese di pietas.

questo tempo mi domanda

ed io rispondo coll’attesa

al mistero di qualcosa

mentre l’albero fruscia brezza

la lucertola sfila come top model

la macchina scuoce, calda crepita

ed il mio viso s’incaponisce

in un eterno involontario

grigio pietoso, inoperoso.

SUSSUKANDOM

punk blog, situazioni ed altre porcherie contro ignoti senza spirito

CONCORSO NAZIONALE UN MONTE DI POESIA

CONCORSO NAZIONALE UN MONTE DI POESIA - poesia in terra d'Amiata -notizie sul bando e archivi poesie premiate

Francesca Dono ilgrovigliodeirampicanti

al poeta l'ignoto e un'ombra nascosta in ogni stanza

LIMBRANAUTA

Il Funerale della Letteratura!

Pino Soprano

La neutralità favorisce sempre l'oppressore, non la vittima. Il silenzio incoraggia sempre il torturatore, non il torturato.

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

I lacci che legano

Vivi le domande ora

bogpan - блог за авторска поезия

блог за авторска поезия

Marco G. Maggi - Nuova Itaca

Se dall’onda del pensiero riaffiora qualche indizio riportami voce nei luoghi immemori dove nacque l'idea

Quanto basta...

Riflettere, condividere pensieri. Senza esagerare. Quanto basta...

UNO STRANO POETA

Quando la poesia incontra la vita di un ragazzo

Alexandra Bastari

Scrivo per passione e per noia, scrivo per passione annoiata.

Unterwegs

In cammino

Intermittenze

"Ti lascio una cosa, una prosa, una tentazione, un'occasione, uno scampo di dolore, un ammutinamento,, un'eutanasia preventiva non ancora necessaria "

Brezza d'essenza

Quando scrivo dimentico che esisto, ma ricordo chi sono.

ilcollomozzo

FU ALL'INIZIO UNO STUDIO. SCRIVEVO SILENZI, NOTTI, SEGNAVO L'INESPRIMIBILE. FISSAVO VERTIGINI. A. R.

Parole & Carriole

Poesie D'Amore e Trucioli Di Libertà

amilgaquasino

A.A.A. Cercasi (un modo vecchio come il mondo per mettersi sul mercato)

Sogno Diurno

(la poesia è sogno diurno)

Neobar

"Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli." Pasolini

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

Angela Francia

LA DITTATURA PERFETTA AVRA' LA SEMBIANZA DI UNA DEMOCRAZIA, UNA PRIGIONE SENZA MURI NELLA QUALE I PRIGIONIERI NON SOGNERANNO MAI DI FUGGIRE. UN SISTEMA DI SCHIAVITU' DOVE, GRAZIE AL CONSUMO E AL DIVERTIMENTO, GLI SCHIAVI AMERANNO LA LORO SCHIAVITU.

formavera

rivista di poesia e poetica

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Un cielo vispo di stelle

tentativi di prosa e di poesia

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

sibillla5

forse poesia

Paolo Valesio

A Plurilingual Site for Creativity and Criticism

salone del lutto

«Se tutti moriamo o ci perdiamo è perché il meccanismo del mondo si basa sull'estinzione e sulla perdita».

STEREONOMONO

Classic Audio and High Fidelity

Musica & Musicologia

Musicista non è chi solo suona ma chi anche pensa in musica

Irene Rapelli's writing

(Il cielo stellato dentro di me)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: