onore ad Hale-bopp

smarrite orme mie

come Pollicino

conosco la lontananza

vacua della cometa,

piana depressa

dei desideri caduchi.

se è nell’indifferenza

dolore, impazienza

d’esser vivi, allora

sono indifferente

e nuovamente mi cancello

vorace, avvalendomi certo

post mortem

d’un no comment.

annullando il passato

abbandonata mollica di pane

come pietruzze Pollicino

a resistenti bave di passato

vorrei rinunciare,

condanno retrovie

d’un animo buono

lanciato al nuovo,

all’improvvisata reazione

di mani inesperte,

alla costruzione di sé

nel contesto che mi circonda

e m’anima come foresta fa

per preda e predatore.