cemento fresco

le tue domande sono imperativi

io ti chiedo, tu mi sfidi.

a saperlo mi sarei tolto il cappello-

carità di sentimento e tormento-

per farti sentire l’unica, più e meglio.

nello sfinimento d’una umiliazione

sta il cemento fresco della relazione.

arco e freccia: cupido stupito

molli presa e contratto irretito.

divertissement per guardoni

sotto la lente
tutti i giorni
come un fetente
occhi fissi
braghe calate
come stoccafissi.
sostiene: allenta la presa!
allenta la presa!
senz’offesa
steso ti troverai
con una così lasca presa,
portafogli
e princìpi lesi,
deambulazione
e direzione offesi.
con affetto lesto
a presto.