turbinio e catalessi

cincischio di merli

turbinoso sconquasso dell’auto

ed in mezzo tutta la terra

e le radici profonde, mistero.

non ci sono bambini a rivelarlo,

il mistero, perchè? c’è troppo silenzio

nel tempo fulgido

del preludio ai fiori, al tepore

della rinascita. c’è troppa omertà

nella gioia, perchè?

scommessa gentil

oggi scommetto, dalle tue arie vanitose,

che hai fiori nelle tue parole e potenti radici

nei tuoi pensieri laici, dimmi ancora di te

incantevoli amoreggiamo nelle calde emozioni.

fasciami d’inconclusioni, voli pindarici, estreme unzioni:

sei così donna che mi fai sentir piccino piccino.