una sorta di saggezza

forgia malmenando
la malattia, si cresce
nel dolore come bonsai
dentro corteccia
rame costretta.
abbaia il buio cloroformio
stringe il cor, rammenta:
ogni passo un’ammenda.

saggezza infranta

porta consiglio la notte

anche se non c’è libertà vera

nemmeno nel buio pesto.

scavalco le tue onde notte

che possa risvegliarmi

tra luci che più

ne sappiano.