poesia yoklux

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Tag: sangue

sangue

sento il bisogno di sangue, l’odore dei globuli
è nell’aria assieme allo smog, all’amianto
alle onde del wi-fi, alle scie chimiche, ai diserbanti
inesplicabile e potente
la gente non vede l’ora d’impiccare
il proprio capro espiatorio
più velocemente possibile
senza domande senza risposte
non c’è ragione a tutto quest’odio
eppure c’è, è cera tangibile, olio
è nelle fabbriche -le ultime-
negli uffici dei colletti bianchi inamidati
nelle mascelle dei dirigenti
nella santificazione dei capi di industria
una sete di sangue primordiale
da scimmie appena appena carnivore
con clava, canini e incisivi affilati
il popolo social vuole ogni giorno
carne della propria carne
eppoi azzannerà se stesso
nell’ultimo mostruoso impeto dei benestanti
lontano anni luce dal potere dei padri.

Annunci

sangue sulle mani

quanto è buia la notte

della colpa. sanguinaria

e blasfema. sono forte

come Newman in Cool Hand Luke

stesso sorriso

parole poche.

la mia salvezza

le mie bugie

la mia salvezza

le mie certezze

qualcuno mi picchia

e io non reagisco.

sono tondo

in una storia quadrata.

guerra a noi

tutto nero di sangue

il mondo: è guerra, infame

scontro d’ignoranze

preconcetti, difetti e disumani

capitali. viene il tempo

dei fiumi rossi, dei torrenti

di globuli fanciulli, vecchi,

donne -e le strade

al mare sono sature ed i market

pieni, il sole arroventa

come il primo giorno

senz’atmosfera. ma si sa:

il grasso continuerà a bruciare

ed il prezzo inconsapevole del tutto

pagheremo come tatuaggi volgari.

un oceano senz’acqua

hai troppa passione

toglila.

Leggi il seguito di questo post »

viso terso

c’è il tuo sorriso

nel cielo. alcune nuvole

coprono i denti.

quelli che m’hanno

portato via

tanto sangue.

…senza titolo…

ho un attimo grande come tutto il mondo

per l’acqua ritornante (tutto ridiventa:

come il sangue dal donatore

l’ispirazione dal quadro fisso secolare

il colore dall’arcobaleno appeso, liquefatto come Dalì

le interiora in un pasto senza tempo, senza danaro) sembro

questa nuova consegna dall’alto

anche se prima o poi sarò, come regola, beato commiato-

oggi, giorno fulcro di schiamazzo temporale:

precipita l’acqua

ticchetta, preme

sulle foglie, i tetti,

idrata le rosolate marsigliesi

in fretta, picchietta;

sfiora per sua presenza

gli assi cartesiani del tempo, tormenta

per peso e sostanza.

forma corolla di puri umori fulgidi tardivi

corona turbolenta di vapore freddo, pigia sulla capoccia

calda, non fa

ch’evaporare qui: pioggia riconsegna

il sorriso candido

la mano umida di pace

che la terra da sola m’ha tolto

abbandonandomi

tra un’idea di cielo

e la radice bitorzoluta del seme nel fondo denso

ferroso, di lombrico.

ed io non sono pianta,

non dico-

anche se nessuno

crede. apparendo

e dormendo farò

l’idea che serve

a farmi ritornante

nella mente fredda.

roulette russa

tra il mento sferico

Leggi il seguito di questo post »

CONCORSO NAZIONALE UN MONTE DI POESIA

CONCORSO NAZIONALE UN MONTE DI POESIA - poesia in terra d'Amiata -notizie sul bando e archivi poesie premiate

Francesca Dono ilgrovigliodeirampicanti

al poeta l'ignoto e un'ombra nascosta in ogni stanza

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

LIMBRANAUTA

Il Funerale della Letteratura!

Pino Soprano

La neutralità favorisce sempre l'oppressore, non la vittima. Il silenzio incoraggia sempre il torturatore, non il torturato.

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

I lacci che legano

Vivi le domande ora

bogpan - блог за авторска поезия

блог за авторска поезия

Marco G. Maggi - Nuova Itaca

Se dall’onda del pensiero riaffiora qualche indizio riportami voce nei luoghi immemori dove nacque l'idea

Quanto basta...

Riflettere, condividere pensieri. Senza esagerare. Quanto basta...

UNO STRANO POETA

Quando la poesia incontra la vita di un ragazzo

Giuditta Michelangeli (tra versi e prosa)

Scrivo per passione e per noia, scrivo per passione annoiata. Lo pseudonimo è uno strumento ed è confusione, è uno strumento per confondersi. ("Sii sempre un poeta, anche facendo prosa.” - C. Baudelaire)

Unterwegs

In cammino

sovrasenso bisbigliato

"quando ti sono postuma ti ritrai negando il nesso tra suono e pensiero pensato." (Anna62)

Brezza d'essenza

Quando scrivo dimentico che esisto, ma ricordo chi sono.

ilcollomozzo

FU ALL'INIZIO UNO STUDIO. SCRIVEVO SILENZI, NOTTI, SEGNAVO L'INESPRIMIBILE. FISSAVO VERTIGINI. A. R.

Parole & Carriole

Poesie D'Amore e Trucioli Di Libertà

amilgaquasino

A.A.A. Cercasi (un modo vecchio come il mondo per mettersi sul mercato)

Sogno Diurno

(la poesia è sogno diurno)

Neobar

"Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli." Pasolini

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

Angela Francia

LA DITTATURA PERFETTA AVRA' LA SEMBIANZA DI UNA DEMOCRAZIA, UNA PRIGIONE SENZA MURI NELLA QUALE I PRIGIONIERI NON SOGNERANNO MAI DI FUGGIRE. UN SISTEMA DI SCHIAVITU' DOVE, GRAZIE AL CONSUMO E AL DIVERTIMENTO, GLI SCHIAVI AMERANNO LA LORO SCHIAVITU.

formavera

rivista di poesia e poetica

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Un cielo vispo di stelle

tentativi di prosa e di poesia

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

sibillla5

forse poesia

scritture immaginali

blog di Giovanni Baldaccini

Paolo Valesio

A Plurilingual Site for Creativity and Criticism

salone del lutto

«Se tutti moriamo o ci perdiamo è perché il meccanismo del mondo si basa sull'estinzione e sulla perdita».

STEREONOMONO

Classic Audio and High Fidelity

Musica & Musicologia

Musicista non è chi solo suona ma chi anche pensa in musica

Irene Rapelli's writing

(Il cielo stellato dentro di me)

Cipriano Gentilino

VERSI NEL RETROBOTTEGA

LIMINA MUNDI

Per l'alto mare aperto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: