poesia yoklux

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Tag: shostakovich

sonata per violino e pianoforte op.134*

linea aspra, cantilenante

gioca a nascondino

il violino, mentre il pianoforte

scheggia note gravi come colonne

di passacaglia… melos puro

che candeggia l’aria ed il mio umore

in basso si placa, decade

gratta il fondo l’armonia

incespica e costruisce

prende 12 suoni

ne prende 8, struttura -sipario.

sei ancora speranza

melo

dia.

.

.

(*trio per violino e pianoforte di D.D. Shostakovich)

Annunci

shostakovich

dmitrij dmitrievic ha la fronte madida di sudore freddo

muove la mano angolosa ad intermittenza

pare cantare le note

digrigna i denti nella sua maschera triste

tenendo il capo piegato ed una mano secca secca

a sostenerlo per quello che può fare.

nella grande sala dei compositori si tiene

l’ennesimo esame alla sua arte

la musica plana, non toccherebbe terra

se non ci fosse meschinità, livore

quell’enorme invidia ad appesantirla

come quando s’ingrassa fegato d’oca.

tuttavia l’armonia pervade l’aria

il lavorio sui temi si fa incandescente

la perorazione piange, il lirismo è grottesco

fragore, minimo cenno tutt’uno

ogni volta accade:

il genio vince sempre nell’eternità sulla meschinità

morde il creatore, sviscera le sue creature di terra

le inebria di bellezza, senso

vive anche me ora

con la penna in mano, la quindicesima

quel suo finale così tremendamente controllato, legnoso, terso, definitivo

nell’impianto audio (lacrime mie testimoni).

che tutti i politici ed i burocrati

vadano a farsi fottere.

questa poesia senza titolo

notte. solamente da solo e

la musica di dimitri shostakovich

tra il pensiero ed il cielo stellato

fra il toast ed il prosciutto cotto

(tenero filante spuntino di mezzanotte).

sarebbe tutto più difficile senza le sue note grottesche

la sua schizofrenia eccitante. così studio, memorizzo

ogni nota ed anche il silenzio nero tra

e l’acida ironia del brutale delirio.

la magia ripropone se stessa così come la bellezza

si rende evidente, tangibile

all’incapace, al politicante.

anche all’agnostico infreddolito,

al dittatore, al capitano d’industria

all’operaio stretto nella catena di montaggio.

ed anche ciò che è spuntato e malato

inumano contro natura, è reso vivo

vibrante di luce.

la mia bilancia

ho messo sul piatto della bilancia

Leggi il seguito di questo post »

Quanto basta...

Riflettere, condividere pensieri. Senza esagerare. Quanto basta...

UNO STRANO POETA

Quando la poesia incontra la vita di un ragazzo

Giuditta Michelangeli (tra versi e prosa)

Scrivo per passione e per noia, scrivo per passione annoiata. Lo pseudonimo è uno strumento ed è confusione, è uno strumento per confondersi. ("Sii sempre un poeta, anche facendo prosa.” - C. Baudelaire)

Unterwegs

In cammino

sovrasenso bisbigliato

"quando ti sono postuma ti ritrai negando il nesso tra suono e pensiero pensato." (Anna62)

Brezza d'essenza

Quando scrivo dimentico che esisto, ma ricordo chi sono.

ilcollomozzo

FU ALL'INIZIO UNO STUDIO. SCRIVEVO SILENZI, NOTTI, SEGNAVO L'INESPRIMIBILE. FISSAVO VERTIGINI. A. R.

Parole & Carriole

Poesie D'Amore e Trucioli Di Libertà

amilgaquasino

A.A.A. Cercasi (un modo vecchio come il mondo per mettersi sul mercato)

Sogno Diurno

(la poesia è sogno diurno)

Neobar

"Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli." Pasolini

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

Angela Francia

LA DITTATURA PERFETTA AVRA' LA SEMBIANZA DI UNA DEMOCRAZIA, UNA PRIGIONE SENZA MURI NELLA QUALE I PRIGIONIERI NON SOGNERANNO MAI DI FUGGIRE. UN SISTEMA DI SCHIAVITU' DOVE, GRAZIE AL CONSUMO E AL DIVERTIMENTO, GLI SCHIAVI AMERANNO LA LORO SCHIAVITU.

formavera

rivista di poesia e poetica

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Un cielo vispo di stelle

tentativi di prosa e di poesia

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

sibillla5

forse poesia

scritture immaginali

blog di Giovanni Baldaccini

Paolo Valesio

A Plurilingual Site for Creativity and Criticism

salone del lutto

«Se tutti moriamo o ci perdiamo è perché il meccanismo del mondo si basa sull'estinzione e sulla perdita».

STEREONOMONO

Classic Audio and High Fidelity

Musica & Musicologia

Musicista non è chi solo suona ma chi anche pensa in musica

Irene Rapelli's writing

(Il cielo stellato dentro di me)

LIMINA MUNDI

Per l'alto mare aperto

Versante Ripido

Fanzine online per la diffusione della poesia

mezzaginestra

Cultura? Pop e piano, sir.

Cultura Oltre

Rivista culturale on line

'twas my dog, babe

All'infuori di quel che manca, poi c'è tutto.

alessandrasolina

il mondo non è tondo

Zonadidisagio

Il blog di Nicola Vacca

Musica classica ieri e oggi

La qualità viene prima dell'esistenza stessa.

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

Poesia Ultracontemporanea

Un'antologia permanente a cura di Sonia Caporossi

Assolo di poesia

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Moll(am)y

Costringimi, ma lasciami andare. Vieni anche tu, se no faccio da sola!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: