tirare la somma sottraendo

non sono cattivo
a volte indifferente, comunque umano.
cinico, ma buono.
ho la stoffa del medio
nel lungo termine.
m’arrabatto
non sono male.
il lavoro non manca
per ora.
qualcuno mi legge
poche anime di cuore.
anche questo
conta, come il verso libero
una moda certo
e la semplicità
non ostentata.
ho fatto una famiglia
non mi devo vergognare di niente
e ciò è più di tanto
quasi cento, novantanove
arrotondando per difetti, penso.

*

non è ancora finito
già ti chiedi perché al termine
la differenza sarà più della somma.
oggi che il sentiero è stato tracciato
all’ombra e non c’è una costanza
retroattiva
e
milioni si comportano
seguendo uno schema fisso
generico.
e poi se andrà bene
sarà merito
d’uno
solo.

…senza titolo…

 

poco più di non molto
ciò che s’è all’istante
più d’una pennellata
scoordinata
più d’un volo di gabbiano.
annotato il mistero
di me scrivo
gioioso e vano
che s’avessi saputo
meglio sarei d’una somma
ma non so e caduco
di mani non so dire:
suppongo quel che sarei
l’avamposto sottraendone.