sopraffatti

sopraffatto dalla volta celeste
sopraffatto dalle stelle, dal buio
costellato, puntino nero insignificante
nell’universo sconosciuto, anima sospirante
amante del determinato prosciugato
dalle infinite distanze e buchi neri.
sopraffatto dalle onde che selvagge
s’infrangono sugli scogli, dalle eruzioni
vulcaniche, sopraffatto dallo sconosciuto.
sopraffatto da me stesso, da quel che credo
di sapere e non sapere, dal tempo che passa
dagli amici che vengono e vanno, dai momenti
silenziosi, da me nel tentativo.