poesia yoklux

Luca Parenti, poeta a tratti. La poesia non è un museo delle cere e non è un pranzo di gala.

Tag: strada

*

vicino il tramonto
l’alba lontana
tu vieni con occhi
io vengo col cuore
ci troveremo
a metà strada
con desideri
e parole?
amenità varie
senso, storie?
tutti i viaggi
contengono memorie
che sian tortuosi o lineari
siam nati bene o male
per trovarci
siam nati bene o male
per provarci.

Annunci

l’ombra e la strada

ho incontrato ancora la mia ombra a mezzodì

camminando con calma e sangue freddo

come al solito, senza pensiero d’altro

giù per la stradina che porta solo a casa

forse alla gentilezza, alla bontà d’animo

e a qualcos’altro che potrebbe…

ho cotto quattro patate sole col sale

il gatto miagolava sotto, a lato,  cercando padrone,

l’amplificatore a valvole autocostruito bofonchiava

chiaramente per portarmi su un altro pianeta,

ma sono sempre io lo sconosciuto

che si scandaglia in altri quattro versi

ed alcuni sospiri, che se ne sta tutto il giorno a casa

senza un pensiero o troppi per metterli sulla bianca pagina:

non c’è nessuna differenza sostanziale tra l’essere qui seduto e tranquillo

ed esserlo là fuori con gli occhiali da sole, la fierezza del confronto, l’approccio

disincantato e diretto, allontanato da pensionati sdentatai ed incattiviti o indifferenti

attendono la svolta sulla panchina vicino al laghetto stipato di carpe abnormi,

senza un nome come non ce l’ho qui nella musica, tra i libri, il mirtillo e le more

nella creanza lucida dell’abitudine… il gatto miagola ancora a lato,

io non calo più dalla stradina, non sono più idea

sono già dietro la porta come un testimone di una religione qualunque

faccio l’occhiolino, immagino… non decido,

non mi conoscete veramente e perciò non mi avrete.

mai.

diversi i giochi

raggiunto dal sole

accecante

Leggi il seguito di questo post »

legami potenti

c’è la bruta forza muscolare

che spiana la strada ai sentimenti

ed una forza molecolare ch’allontana

e attrae a seconda che il fiore del tuo viso

sia ambra o inchiostro nero d’infuocato polpo.

questa natura magnetica che studia

i movimenti, li appiana come un magistrale

mattarello d’azdora, li amplifica come un corno da caccia

intonante cuciture e legami chimici furenti, milioni.

così la rete tra simili fa come la spugna e la lamina:

si stende, diviene silenziosa, discreta,

ma violenta, mutua reale realtà intramolecolare.

senza coscienza

lontani cento mille

Leggi il seguito di questo post »

CONCORSO NAZIONALE UN MONTE DI POESIA

CONCORSO NAZIONALE UN MONTE DI POESIA - poesia in terra d'Amiata -notizie sul bando e archivi poesie premiate

Francesca Dono ilgrovigliodeirampicanti

al poeta l'ignoto e un'ombra nascosta in ogni stanza

La poesia e lo spirito

Potrà questa bellezza rovesciare il mondo?

LIMBRANAUTA

Il Funerale della Letteratura!

Pino Soprano

La neutralità favorisce sempre l'oppressore, non la vittima. Il silenzio incoraggia sempre il torturatore, non il torturato.

CRITICA IMPURA

LETTERATURA, FILOSOFIA, ARTE E CRITICA GLOBALE

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

I lacci che legano

Vivi le domande ora

bogpan - блог за авторска поезия

блог за авторска поезия

Marco G. Maggi - Nuova Itaca

Se dall’onda del pensiero riaffiora qualche indizio riportami voce nei luoghi immemori dove nacque l'idea

Quanto basta...

Riflettere, condividere pensieri. Senza esagerare. Quanto basta...

UNO STRANO POETA

Quando la poesia incontra la vita di un ragazzo

Giuditta Michelangeli (tra versi e prosa)

Scrivo per passione e per noia, scrivo per passione annoiata. Lo pseudonimo è uno strumento ed è confusione, è uno strumento per confondersi. ("Sii sempre un poeta, anche facendo prosa.” - C. Baudelaire)

Unterwegs

In cammino

sovrasenso bisbigliato

"quando ti sono postuma ti ritrai negando il nesso tra suono e pensiero pensato." (Anna62)

Brezza d'essenza

Quando scrivo dimentico che esisto, ma ricordo chi sono.

ilcollomozzo

FU ALL'INIZIO UNO STUDIO. SCRIVEVO SILENZI, NOTTI, SEGNAVO L'INESPRIMIBILE. FISSAVO VERTIGINI. A. R.

Parole & Carriole

Poesie D'Amore e Trucioli Di Libertà

amilgaquasino

A.A.A. Cercasi (un modo vecchio come il mondo per mettersi sul mercato)

Sogno Diurno

(la poesia è sogno diurno)

Neobar

"Noi non siamo mai esistiti, la verità sono queste forme nella sommità dei cieli." Pasolini

contro analisi

il blog di Francesco Erspamer

Rosa Frullo

Rosa Frullo. Un poeta e un filosofo tra Spleen e Masochismo

Angela Francia

LA DITTATURA PERFETTA AVRA' LA SEMBIANZA DI UNA DEMOCRAZIA, UNA PRIGIONE SENZA MURI NELLA QUALE I PRIGIONIERI NON SOGNERANNO MAI DI FUGGIRE. UN SISTEMA DI SCHIAVITU' DOVE, GRAZIE AL CONSUMO E AL DIVERTIMENTO, GLI SCHIAVI AMERANNO LA LORO SCHIAVITU.

formavera

rivista di poesia e poetica

Non di questo mondo

Nel mio taschino c'è tutto quello che va conservato per non andar perduto.

Michelangelo Buonarroti è tornato

Non ce la fo' più a star zitto

Un cielo vispo di stelle

tentativi di prosa e di poesia

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

sibillla5

forse poesia

scritture immaginali

blog di Giovanni Baldaccini

Paolo Valesio

A Plurilingual Site for Creativity and Criticism

salone del lutto

«Se tutti moriamo o ci perdiamo è perché il meccanismo del mondo si basa sull'estinzione e sulla perdita».

STEREONOMONO

Classic Audio and High Fidelity

Musica & Musicologia

Musicista non è chi solo suona ma chi anche pensa in musica

Irene Rapelli's writing

(Il cielo stellato dentro di me)

Cipriano Gentilino

VERSI NEL RETROBOTTEGA

LIMINA MUNDI

Per l'alto mare aperto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: