corpo che vive

già sceso il sole
il vento ha elaborato il lutto
spazzando le foglie
pare autunno, l’usuale corso:
l’aria si rincorre
nelle stanze
io ho voglia d’urlare
ma dopo otto ore di capitale
non ne ho più la forza
mi pare d’essere
più un corpo incolore
che animale. un asteroide
non cometa, lontano dalla meta
metà della torta
che non si divide.